A tale esito contribuirono anche le lentezze degli Svizzeri, motivate dai dubbi sullo status da accordare alla valle (cantone autonomo o parte del Canton Grigioni) e sull'ostilità dei protestanti ad ammettere nella Confederazione un ulteriore cantone cattolico. Prima la Valtellina. Vol. Raggruppati in stirpi o tribù, in particolare i Liguri Stazielli, acquisirono - dato che conoscevano già la vite - dai Greci i primi rudimenti di vinificazione. A parte erano governati il ricco contado di Chiavenna e quello di Bormio che avevano alle spalle una lunga storia di indipendenza e autogoverno. In questa valle si trovano anche diverse sorgenti termali calde, una ai Bagni di Masino e una con sette sorgenti ai Bagni di Bormio. Gerola Alta è situata sulla sponda Orobica della Valtellina, in fondo all’omonima Valle, ed è l’ultimo comune della Valgerola e rappresenta il baricentro della Valle del Bitto. : clicca sull'intestazione per … Il suo confine settentrionale segue a ovest il solco di due valli, la Val di Pai e la Val Bomino. - L'alta valle dell'Adda, dalle sorgenti allo sbocco sul Lago di Como. Il vino viene prodotto nei vigneti a terrazzo lungo le pendici media e bassa valle. Facciamo un ripasso di come si può arrivare in Valtellina e soprattutto di dove si trova, poi ciascuno faccia le sue valutazioni. Valtellina Turismo e' un consorzio turistico nato per la vendita di servizi turistici quali, pernottamenti in hotel, b&b, agriturismi e abitazioni , ristorativi pranzi con prodotti tipici, su tutti i famosissimi pizzoccheri della Valtellina e principalmente per la vendita di pacchetti turistici. L'enorme quantità di rocce e detriti accumulatisi sul fondovalle a causa della frana ostruì il letto del fiume Adda. La Comunità montana della Valtellina di Morbegno si trova in Provincia di Sondrio (Lombardia). Numerosi gruppi arimannici si stanziarono in queste terre, fra i quali i Crotti potenti arimanni Longobardi [senza fonte], cioè guerrieri Longobardi a cavallo, che nell'Alto Medioevo da Bergamo si stabilirono in questo territorio,[senza fonte] contribuendo con il proprio nome alla toponomastica di varie zone della Valtellina. Poggiridenti è il più piccolo comune della provincia di Sondrio, non per numero di abitanti (1848 nel 2005), ma per estensione (2,93 kmq). Con l'andare degli anni, l'avversione dei cattolici verso i protestanti, rinfocolata dai predicatori francescani e domenicani inviati in Valtellina da san Carlo Borromeo, raggiunse livelli critici. Tra i prodotti più importanti: la bresaola, i formaggi tipici (Bitto, Casera, ecc. Albaredo per San Marco-Stemma.gif 74 × 102; 5 KB Il fiume Adda, scendendo dalla valle di Cancano, sino a confluire nel lago di Como, traccia il corso della Valtellina, la quale tocca a levante il Trentino-Alto Adige, a sud le province di Bergamo e Brescia, a settentrione le terre svizzere dei Grigioni. Notizie locali, contenuti e servizi aggiornati su cronaca, economia, sport, politica, cultura e turismo Durante il Basso Medioevo la Valtellina seguì le sorti della restante Lombardia. Altre stazioni sciistiche di più piccole dimensioni, facilmente raggiungibili da Morbegno e Sondrio, come Pescegallo e Prato Valentino, consentono la fruizione dell'offerta in un contesto più raccolto e familiare. Appunti di storia valtellinese antica e medievale, Il passo più alto d'Europa è in Francia sulla Nazionale 6: è il, Per quasi settant'anni non fu possibile al vescovo di Como visitare le comunità, né amministrare ai bambini la. La montagna valtellinese offre numerosissime opportunità sia per gli escursionisti sia per gli alpinisti, tradizionali e free climbers. Secondo una leggenda, riportata dal folclore locale, la diffusione di questa pianta originaria dell'Asia minore, fu favorita dalla presenza di schiave circasse o turche (poi prese in moglie) presso il comune di Grosio. Da essa si dipartono numerose valli laterali come la Valmalenco, la Val Masino, Valle del Bitto, la Val Grosina, la Valfurva, la Valle del Braulio, la Valle di Fraele e, dal punto di vista storico-culturale anche la valle di Livigno (che però geograficamente è posta oltre lo spartiacque alpino principale); terra svizzera è invece la val Poschiavo, mentre la restante parte appartiene quasi tutta alla Provincia di Sondrio e solo piccoli territori ricadono invece nelle province di Como e di Lecco. Teglio e la sua castellanza. La valle seguì quindi, durante l'epoca napoleonica le vicende dell'intera Lombardia quale parte poi della Repubblica Italiana (1802-1805) e, in seguito, del Regno d'Italia guidato da Napoleone stesso e dal viceré Eugenio di Beauharnais. Un'altra ipotesi erudita e ormai rifiutata riconduceva il nome a vallis Turrena, che avrebbe dovuto significare "valle dei Tirreni", antichi etruschi qui rifugiatisi, oppure alludere alle numerose torri in epoca alto-medievale caratterizzavano la valle[2]. Ciascuna provincia comprende un certo numero di comuni e quello più popolato in genere ne è il capoluogo, dove hanno sede i relativi uffici amministrativi. Essa fu sempre soggetta dal punto di vista ecclesiastico ai vescovi di Como, mentre civilmente dopo essere stata soggetta al Comune di Como e al vescovo di Como venne incorporata verso la metà del XIV secolo nel Ducato di Milano. VALTELLINA (A. T., 17-18-19 e 24-25-26). Gli abitanti dei vicini Grigioni, che già erano entrati più volte in Valtellina, nel 1512, approfittando delle invasioni straniere che avevano preso avvio nel 1494, la occuparono tutta pur garantendo alle popolazioni locali il rispetto degli antichi privilegi e consuetudini. File nella categoria "Stemmi dei comuni della provincia di Sondrio" Questa categoria contiene 97 file, indicati di seguito, su un totale di 97. +39 0342 912311 Fax +39 0342 912321 Codice IPA: cm_avalt Codice univoco: UFBSVQ info@cmav.so.it Ormai tutti gli studiosi di storia e di toponomastica hanno pacificamente accolto come che il nome derivi dal latino curiale ''Vallis Tellina, Vallistellina, che significa Valle di Teglio. STORIA Mazzo di Valtellina era sede di una importante pieve che si estendeva da Sernio a Sondalo e venne citato, la prima volta, nel 795. Queste ultime due sono mete turistiche assai rinomate per i loro impianti sciistici. Il giorno 28 luglio 1987 l'abitato di Sant'Antonio Morignone, frazione del comune di Valdisotto, rimase sepolto sotto una vastissima frana staccatasi improvvisamente dal vicino Pizzo Coppetto. a.C.). Gerola Alta è composta da molte frazioni. Noti sono i vini della Valtellina prodotti principalmente con le uve Nebbiolo, localmente dette chiavennasche. La qualità dei vini rossi (sono rari i bianchi e assenti i rosati) è certificata dai marchi DOC e DOCG. In totale perirono tra i 600 e i 700 protestanti valtellinesi. Gli altri comuni Scegli un altro ... a destra della porta d'entrata, dell'ufficio interessato. Documenti dell'esercito elvetico stilati tra il 1870 e il 1918 (come per esempio il rapporto del colonnello Arnold Keller) indicano piani avanzati d'invasione della Valtellina (così come della val d'Ossola) sia a livello di tattiche difensive sia offensive. Per contrastare tale operazione, i valtellinesi inviarono al Congresso di Vienna due delegati[7] e quando dopo molti tentennamenti, il 27 aprile 1814, le truppe svizzere cercarono di scendere dalla val Bregaglia su Chiavenna, la valle risultò essere ormai già occupata dagli austriaci. Agli originari comuni della provincia si sono aggiunti, dal 18 dicembre 2009 (L. n. 183 del 9 dicembre 2009), i comuni di Busnago, Caponago, Cornate d'Adda, Lentate sul Seveso e Roncello. Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera. Se siete in viaggio per la Valtellina, non potrete rinunciare ad una visita ai suoi bellissimi borghi. Vaccaro, Chiesi, Panzera, 2003, 45, 66, 223, 235, 414, 417-419, 434, 438. Prima di entrare nell'edificio comunale disinfettare le mani e indossare la mascherina, ricordarsi di mantenere sempre una distanza di sicurezza di almeno 1 metro da altre persone. Il comune di Val Masino prende il nome dall’omonima valle (famosissima è la laterale Val di Mello). Le frazioni del comune sono: Cà Lunghe, Pedenale e Vione. La Valtellina è servita in direzione nord dalle Ferrovie Retiche con la pittoresca ferrovia del Bernina che conduce all'omonimo passo attraverso la val Poschiavo e da qui all'Alta Engadina; in direzione sud da Trenord, con una linea che congiunge Sondrio, Chiavenna e Tirano con Milano e Lecco. ISCR. Alla fine della seconda guerra mondiale doveva diventare l'ultima roccaforte della Repubblica Sociale Italiana: si pensava infatti di raggruppare tutte le forze repubblichine in Valtellina creando il "Ridotto Alpino Repubblicano", cosa che non avvenne, perché tutto l'apparato militare e paramilitare fascista si sciolse dopo il 25 aprile 1945. La Valtellina dopo aver fatto parte dell'Impero Romano finì nel 568 d.C. sotto il dominio longobardo. L'Unione dei Comuni della Valmalenco, la prima in Valtellina, si è costituita in data 29 settembre 2001 a firma dei Sindaci dei Comuni di Caspoggio, Chiesa in Valmalenco e Lanzada ed ha iniziato ad operare a decorrere dall’anno 2002 con lo scopo di razionalizzare, migliorare e potenziare i servizi forniti ai cittadini e a realizzare progetti a valenza sovra comunale per valorizzare il territorio e pianificare in forme più … Comuni. In alcuni casi i provvedimenti, formalmente volti a garantire la pacifica convivenza tra le due confessioni, finirono con l'avere ricadute particolarmente vessatorie per la parte cattolica. Gli svizzeri istituirono una struttura amministrativa costituita da un "capitano di valle" che risiedeva a Sondrio e che veniva sostituito ogni quattro anni, mentre gli altri due terzieri venivano retti da un podestà di durata biennale. In particolare Virgilio, Plinio il Giovane (comasco) e Marziale narrano di come, in età pre-romana, i primi insediamenti liguri avevano importato in Valtellina la vite dalle zone delle Cinque Terre e della Lunigiana. Le prime partenze documentate dalla Costiera dei Cech e anche da Mello per Genova, risalgono ai primi decenni del trecento. I vini valtellinesi sono distribuiti a livello nazionale e internazionale; una percentuale importante viene esportata nella vicina Svizzera, nel solco di una tradizione secolare di scambio. Nello stesso periodo le Tre Leghe accolsero la riforma protestante, e il cattolicesimo divenne minoritario (sebbene consentito) a nord delle Alpi. Durante il tardo Cinquecento e il primo Seicento in Valtellina si diffuse, più che in ogni altra zona dell'arco alpino italiano, la coltura del grano saraceno, che conserva tuttora un ruolo importante nella cucina locale. I link sui CAP elencano i comuni e le frazioni con lo stesso codice postale. La Valtellina accoglie il settore lombardo del Parco nazionale dello Stelvio (dai laghi di Cancano a tutta la Valfurva), nonché il Parco delle Orobie Valtellinesi. Elenco dei comuni della provincia di Sondrio in ordine alfabetico con la distribuzione della popolazione residente. Coordinate: 46°10′N 9°52′E / 46.166667°N 9.866667°E46.166667; 9.866667. Storia della Valtellina e della Valchiavenna. Nell'estate del 1987 la Valtellina fu sconvolta da una serie di drammatici eventi naturali che causarono alcuni morti e numerosissimi danni all'intera valle. Per il dettaglio delle statistiche demografiche nel singolo comune clicca sul … Per garantire il regolare deflusso delle acque, nei mesi seguenti la Protezione Civile fu costretta a realizzare un percorso in gallerie sotterranee come alternativa all'originale letto del fiume, mentre per assicurare un costante controllo della situazione la Regione Lombardia decise di installare una rete di osservazione, progettata e realizzata da una società di monitoraggio ambientale, costituita da 14 stazioni di monitoraggio. Il Sentiero dei Castelli coinvolge otto comuni della Comunita' Montana Valtellina di Tirano (Tirano, Sernio, Lovero, Vervio, Tovo di S. Agata, Mazzo di Valtellina, Grosotto, Grosio) collegandoli con un suggestivo itinerario tra chiese, castelli, torri e reperti archeologici di notevole rilievo per la storia etnografica valtellinese. I dati sono aggiornati al 31/12/2019 ( ISTAT ). La denominazione Tellina vallis compare per la prima volta in un testo di Ennodio, vescovo di Pavia, degli inizi del VI secolo[2]. In quella sola notte tutti i protestanti di Tirano, Teglio e Sondrio vennero trucidati o bruciati vivi dalle milizie cattoliche (solamente un piccolo gruppo di 70 persone di Sondrio riuscì a salvarsi rifugiandosi in Engadina). In valle si trovano numerose rinomate stazioni sciistiche come Aprica, Bormio, Santa Caterina (Valfurva), Caspoggio e Chiesa in Valmalenco. Da Poschiavo la prima stamperia grigionese, nonostante il volere contrario del papa e del re di Spagna, distribuiva opere di autori riformati che giungevano in tutta Italia; la Valtellina era peraltro notoriamente aperta a quegli italiani che erano costretti a fuggire per sospetto di eresia: ad esempio Camillo Renato che fu a Traona, a Chiavenna e in altre località della valle negli anni quaranta del XVI secolo. Alla fine la valle fu lasciata tuttavia al Regno Lombardo-Veneto e, dunque, in sostanza all'Austria, la quale, probabilmente, voleva assicurarsi il controllo dei passi alpini, in primis lo Stelvio. Il dominio grigionese durò dal 1512 al 1797. Attualmente si può considerare fiorente l'attività di produzione del pezzotto, un tappeto costituito di scarti di tessuto intrecciati con filo di canapa. Metodo di produzione. Qui di seguito l’elenco dei comuni della. Per ognuno posizione, storia, punti d'interesse e curiosità. Il governatore spagnolo di Milano finanziò largamente un gruppo di valtellinesi, guidati da Giacomo Robustelli di Grosotto che si pose a capo di una congiura che nella notte tra il 18 e il 19 luglio 1620 sfociò nel cosiddetto Sacro Macello di Valtellina. Questa regione si trova nel nord della Lombardia, al confine tra l’Italia e il cantone svizzero dei Grigioni, è composta da due vallate principali. Nei mesi seguenti, al Congresso di Vienna sembrò inizialmente che le pretese degli Svizzeri alla restituzione della Valtellina trovassero il consenso dei vincitori. La Valtellina (Valtelina o Valtolina in lombardo, Vuclina in romancio, Veltlin in tedesco, Valteline in francese[1] e inglese storico) è una regione geografica alpina, corrispondente al bacino idrico del fiume Adda a monte del lago di Como, nella regione Lombardia, con l'intera valle, assieme alla Valchiavenna che formano la provincia di Sondrio, comprese all'interno della diocesi di Como.

Corso Disostruzione Pediatrica Catania, Motto Marina Militare Americana, Karaoke Nino D'angelo Fra' Cinquant' Anni, Santa Luna Onomastico, Io Sono L'abisso Donato Carrisi Trama, Elia Nome Femminile, Pressing Olanda 1974, Sinonimo Di Magro Sottile, Dove Mangiano Gli Ischitani,